SHOTOKAN YUDANSHAKAI Associazione Sportiva Dilettantistica
Dove siamo Contatti
Home | Chi Siamo | Maestri | Agonisti | Corsi | Karate-Do | Bacheca | Calendario | Links
 
[L'opera in testata è del Maestro Shuhei Matsuyama, www.shin-on.com]
KARATE-DO

 

Karate Do – Una scelta di vita

Il Karate è conosciuto ormai in tutto il mondo, ma solamente una minoranza di persone è al corrente dei valori che esso racchiude.
Karate Do viene tradotto letteralmente in “Via (Do) della mano (Te) vuota (Kara)”, dove “vuota” si riferisce soprattutto ad uno stato della mente.
Questa, infatti, deve essere libera da ogni idea preconcetta, da ogni influenza esterna, in stato di ricettività totale, pronta ad agire in ogni situazione nel migliore dei modi.
Le “vie” sono discipline che permettono a chi le percorre di realizzarsi secondo le proprie possibilità potenziali.

L’apprendimento del Karate Do comincia con la tecnica corporea ed è essenziale che attraverso di essa la nostra consapevolezza esista in ogni istante e in ognuno dei nostri movimenti.
Siamo forse in grado di vivere ciascun istante per se stesso?
Nella vita quotidiana la coscienza di sé è spesso più o meno vagamente collegata ad alcuni gesti che si compiono, oppure è assente da essi.
Uno dei fini dell’uomo è raggiungere l’armonia con tutto il complesso del mondo circostante.

E’ nei nostri rapporti con le persone, gli animali, la natura e le idee, che riusciamo a vederci così come siamo. I sistemi e le scuole possono indicare i metodi e le “vie”, ma nessun sistema, nessuna scuola, può fare per l’uomo ciò che egli stesso deve fare.
Riguardo all’evoluzione è indispensabile comprendere che non esiste la possibilità di una evoluzione meccanica.

L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione della sua coscienza, e la coscienza non può evolvere inconsciamente.
L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione della sua volontà, e la volontà non può evolversi involontariamente.

L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione del suo potere di fare, e “fare” non può essere il risultato di ciò che accade.
Una crescita interiore, un cambiamento dell’essere dipendono interamente dal lavoro che ognuno deve fare su di sé.

Questo è il difficile lavoro nel quale sono impegnati coloro che seguono l’insegnamento, e se c’è una massima che contiene maggiore saggezza delle altre, questa è sicuramente quell’antico incitamento che dice “Conosci te stesso”.